Lifestyle

La Dieta Ipocalorica

Questo mese la nutrizionista Sandra Gullien vi parlerà di come preparare piani alimentari ipocalorici per perdere peso. Inoltre parlerà anche di patologie comuni, alle quali dobbiamo prestare particolarmente attenzione quando decidiamo di stilare una dieta e acquistare i giusti prodotti per noi.

Cos’è La Dieta Ipocalorica?

Questa dieta può essere intrapresa da pazienti che devono perdere molto peso e conducono una vita molto sedentaria, cioè coloro i quali hanno un basso dispendio di energia giornaliero. La dieta, inoltre, dipende anche e soprattutto dallo stato di salute del panziente, quindi è assolutamente necessario consultare una nutrizionista nel caso si scelga di iniziare una dieta ipocalorica e prendere in considerazione diversi fattori.

Tra i quali:

  • Risultati delle analisi: dove vengono controllati eventuali valori sballati
  • Tipo di alimentazione: attraverso un questionario relativo alle preferenze alimentari del paziente al fine di realizzare un piano alimentare personalizzato
  • Patologie pregresse: Ipertiroidismo, ipertensione, diabete, colesterolo, alto livello di trigliceridi, prolemi legati alla coaugulazione del sangue…
  • Allergie alimentari
  • Stile di vita

Tutto ciò per dire che creare un piano alimentare personalizzato seguendo le caratteristiche e obiettivi della persona è alla base. Tuttavia, in caso di dubbi, il medico ha sempre l’ultima parola.

Il nutrizionista può consigliare e valutare, ma è il medico che conosce il tipo di farmaco e se esso può interferire negativamente con qualsiasi tipo di alimento o integratore alimentare.

Piano Alimentare Con Il Glucomannano

La dieta da 1000 e 1200 calorie in aggiunta di Glucomannano di exante sono molto valide, poichè forniscono un basso contenuti di calorie. Questi programmi, infatti aiuteranno la perdita di peso anche perchè riducendo alcuni alimenti nella fase iniziale, per poi reinserirli gradualmente, risulterà più facile ed efficare la riduzione dei centimetri in eccesso che cerchiamo di eliminare con tanta ostinazione.

Per saperne di più riguardo al Glucomannano e le sue proprietà, visita il sito exante e troverai tutte le curiosità a riguardo.

Successivamente inserirò un menù di 15 giorni a ridotto contenuto calorico, evitando misure drastiche per quanto riguarda la riduzione delle quantità di cibo ad ogni pasto. Vi suggerisco, infatti, come i prodotti exante, quali frullati, barrette e dessert, sono validi alleati per poter seguire questo piano alimentare senza rinunciare al gusto e sfizi.

Menù

LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO DOMENICA
COLAZIONE Frullato exante Frullato exante Frullato exante Frullato exante Frullato exante Frullato exante Frullato exante
MERENDA Barretta exante Barretta exante Barretta exante Barretta exante Barretta exante Barretta exante Barretta exante
PRANZO 120 gr di Pollo passato in padella e funghi e prezzemolo 120 gr di seppie cotte nel sugo di pomodoro e contorno di verdure 120 g di hamburger di pollo con spinaci e insalata Pollo al forno con contorno di insalata, cetrioli e frutti rossi Insalata di mare con contorno di patate al vapore Merluzzo con verdure miste a piacere Trancio di salmone al forno con contorno di fagiolini al vapore
MERENDA Crema di Yogurt exante Biscotto exante Dessert alle Mele e Crema exante Mousse al Cioccolato exante Crema di Yogurt exante Biscotto exante Dessert alle Mele e Crema exante
CENA Pomdori ripieni di feta, tonno e cipolla rossa Insalatona con tonno, olive, melograno e cetrioli Peperoni grigliati e ceci ripassati in forno con spezie e un cucchiaio di olio evo Parmigiana di melanzane al forno e mozzarella light Insalata fredda di lenticchie, pomodorini, olive e cipolla rossa Zuppa di verdure miste

Mix di quinoa e verdure miste

Fattori Da Tenere In Considerazione

Ora parleremo dei fattori sopra citati che sono importanti per poter consumare i prodotti exante.

Vorrei ripetere che come nutrizionista posso dare consigli in linea generale, ma ricorda di consultare sempre il tuo medico.

  1. Ipotiroidismo: disturbo in cui la ghiandola tiroidea non produce abbastanza ormoni tiroidei, causando anche obesità. Solitamente il medico decide di intraprendere un trattamento ormonale. Per poter cominciare la dieta exante, presta attenzione ad alcuni alimenti che possono alterare la tiroide come (alghe, iodio, soia). Controllare le etichette ed evitare alcuni prodotti.
  2. Colesterolo alto: una dieta a basso contenuto di grassi con prodotti exante è ideale per abbassare il colesterolo.
  3. Ipertensione: Provate a ridurre il sale e seguire una dieta ricca di verdure e povera di grassi, prediligendo sempre cibi freschi che contengono meno sale rispetto a quelli più elaborati.
  4. Diabete: Il diabete può essere combattuto anche con diete ipocaloriche. Segui una dieta equilibrata a basso contenuto di carboidrati e grassi e fai 5 pasti al giorno.
  5. Allergie e intolleranze alimentari come noci, lattosio, fruttosio… Se si soffre di allergie o intolleranze, è importante controllare le etichette dei prodotti, in quanto la maggior parte può contenere questi allergeni.

SPERO DI ESSERE STATA UTILE E DI POTER RISPONDERE AI VOSTI DUBBI E CURIOSTÀ CON L’AIUTO DI PARERI ESPERTI . CERCHERÒ DI GUIDARVI NEL VOSTRO NUOVO STILE DI VITA SANO CON EXANTE.

Se il vostro obiettivo è quello di perdere o controllare il peso, non perdetevi i piani alimentari per la  perdita di peso exante. Mantenetevi sani e in forma con i prodotti exante, ricchi di proteine, vitamine e minerali.

 

 

 



Lucia De Stefano

Lucia De Stefano

Scrittore ed esperto